Navigazione veloce

Circolare N. 228: Rientro a lavoro in presenza, per le sole operazioni indifferibili, e programmazione ferie 2020

Rientro a lavoro in presenza, per le sole operazioni indifferibili, e programmazione ferie 2020

Al personale ATA – loro@email

Alla RSU

Oggetto: Rientro a lavoro in presenza, per le sole operazioni indifferibili, e programmazione ferie 2020

  • Visto il piano annuale delle attività 2019-2020,prot. 0005477/U del 29/10/2019;
  • Vista l’adozione dirigenziale del piano annuale ATA 2019-20, prot. 0005584/U del 31/10/2019;
  • Vista l’integrazione al piano annuale ATA 2019-20 causa Emergenza COVID_19, prot. 001332/U del 24/03/2020; Vista l’adozione dirigenziale dell’integrazione al piano annuale ATA 2019-20 causa Emergenza COVID_19, prot. 0001335/U del 24/03/2020;
  • Visto il CCNL vigente che prevede la fruizione nei mesi di luglio ed agosto, a richiesta del dipendente, un minimo di almeno 15 giorni continuativi di ferie;
  • Tenuto conto della delibera del c.d.I di chiusura dei giorni prefestivi 1 giugno, 25 luglio, 1,8,14,22 e 29 agosto c.a., giornate richieste dallo stesso personale ATA; Visto il contratto di istituto sottoscritto definitivamente dalle parti, avente prot. 0000116/U del 10/01/2020;
  • Tenuto conto del monte ore pro-capite, accordato preventivamente fra le parti, impegnato per esigenze funzionali dell’Istituto e quantificato nel limite massimo di ore maturate da ciascun dipendente ATA, in presenza, a.s. 2019/20;
  • Accertato che le ore retribuibili nel correte a.s. sono quantificate nel limite del budget stanziato dal contratto di istituto, alla voce F.I.S. quota ATA a.s. 2019-20 e pagato al personale avente titolo, in media a quanto percepito da ciascuno nei precedenti anni scolastici;
  • Considerato che le restanti ore, non monetizzabili, prestate in eccedenza da ciascuno, saranno come richiesto preventivamente dagli stessi dipendenti, fruite a recupero compensativo di ore/giorni, entro l’a.s. in corso;
  • Tenuto conto delle eccezionali situazioni, determinate dal virus COVID_19 nel nostro Paese, che vedono protrarsi l’emergenza sanitaria fino al 31/07/2020;

COMUNICA

A tutto il personale ATA, che a partire dal 18/05/2020 è previsto il rientro a lavoro in presenza, per le sole operazioni indifferibili e ormai non più procrastinabili (pulizie e igienizzazione ambienti, scrutini finali, adozione libri di testo, preparazione atti amministrativi e disposizione degli ambienti per lo svolgimento degli esami di stato in presenza, U.R.P.).

Per evitare sovraffollamenti all’interno dei plessi, si procederà con turnazioni disposte dall’ufficio personale, preventivamente concordata con lo stesso personale, attenendosi alle prime modalità operative, impartite a ciascuno con email del 04/05/2020, e da doversi rispettare rigorosamente.

L’attuale situazione straordinaria, richiede necessariamente, il dover rivolgere l’invito a tutto il personale ATA a voler programmare preventivamente e in accordo con l’amministrazione, un piano di lavoro flessibile e dinamico, che preveda turnazioni giornaliere/settimanali organizzate a squadre, da effettuarsi fino al termine della dichiarata emergenza sanitaria. Il personale tutto, alternerà giornate in presenza a giornate non lavorate, richieste dallo stesso dipendente, per limitare quanto più possibile i contatti in presenza, per permessi 104, congedi, permessi di famiglia, malattia, recupero ore eccedenti – festività soppresse – ferie a.c., questi ultimi da potersi disporre anche d’ufficio, fatti salvi i 15 gg continuativi, fruibili nei mesi fra luglio e agosto.

Si invita pertanto tutto il personale ATA ad ottemperare a quanto richiesto presentando le istanze entro il 15 maggio c.a..

Il personale ATA con contratto in scadenza al 06/06/2020 o al 30/06/2020, dovrà presentare le istanze programmando quanto spettante entro la scadenza del proprio contratto, salvo rettifica da potersi chiedere a seguito di autorizzazione della proroga del proprio contratto.

Il piano ferie sarà approvato o rettificato, rispettando prioritariamente le esigenze inderogabili di servizio e per quanto possibilmente rispettando anche le esigenze personali di ognuno.

A tal riguardo si chiarisce che per il periodo degli esami di stato, da svolgersi in presenza a scuola, potranno essere prese in considerazione solamente richieste di esonero dal servizio concernenti validi motivi di salute, trasporto, esigenze di famiglia ecc., debitamente documentate.

Infine si continuerà a incentivare fino al termine dell’emergenza sanitaria, per il personale (Amministrativo e Tecnico area AR02) che ne faccia espressa richiesta motivata, lo Smart Working, compatibilmente con ruolo e mansioni ricoperte e con le esigenze inderogabili di servizio, disposte volta per volta dall’amministrazione, da doversi svolgere in presenza.

Si allega “Questionario informativo per la prevenzione dell’infezione coronavirus” che ogni dipendente dovrà compilare al rientro a scuola.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Raffaele Buonsante

Documento firmato digitalmente

Non è possibile inserire commenti.